Commento di Piero Pollino    

 

                                         OMAGGIO A  GARCIA LORCA                           

 

          Non passa giorno che  i quotidiani di informazione diano notizia di avvenimenti culturali ; anche le associazioni sportive subiscono il fascino di questa tendenza e scendono a proporre a loro volta manifestazioni squisitamente culturali. E' il caso della "Canottieri Esperia" che martedì dieci febbraio 1987, ha  offerto ai propri soci e ad un fitto gruppo di ospiti una deliziosa serata dedicata ad una del le maggiori figure della poesia spagnola ad europea del Novecento, Federico Garcia Lorca.

  Ad onor del vero. i  promotori dell'avvenimento sono stati alcuni amanti del teatro, e a far da cornice alla vasta sala primeggiava la scultura basso rilievo ligneo mt. 4x2 dell’ artista Michele Privileggi, eseguita in onore del poeta spagnolo. Collocata sulla parete di fondo, l'opera dello scultore era sicuramente l'attrazione principale della serata, sia per le dimensioni , che per il profondo significato. Il bassorilievo diviso in sei tasselli, vuole rappresentare in chiave simbolica la vita del poeta. Infatti gli elementi più caratteristici l'arena, il toro, le spade, l'orologio che segna le "cinque della sera" ora del l'assassinio del poeta, sono resi con vivezza e maestria. La scultura  grazie  ad alcuni inserimenti metallici e ad una patina di anilina colorata distribuita nei punti più salienti assume un aspetto gradevole mettendo astutamente in risalto le figure che sembrano così smaterializzarsi sotto l'impulso dell'artista. Priuvileggi non è insolito a meravigliarci con le sue opere, basti ricordare l'esecuzione del "Cristo Re dell'Universo" splendido Altare della  cappella di San Martino di Cantalupa (To) e le molteplici mostre in Italia e Francia.  Interpellato circa le motivazioni che Io hanno indotto a creare la felice opera antologica, l'autore spiega che, a parte la sua  ammirazione per il poeta andaluso, l'ispirazione gli è venuta in un ritrovo notturno di Madrid,   ascoltando  da un improvvisato "Trobador",  le liriche Lorchiane.

All' apertura della serata il noto attore Carlo Enrici presentò la splendida litografia di Privileggi “omaggio a Garcia Lorca” in tiratura limitata di 100 copie, a ricordo della serata.

Dopo una sommaria blografia di Garcia Lorca, cui seguj la dizione del celebre : "Lianto por ignacio Sanchez Mejias" dalla voce di Enrico Longo Doria, anch'egli emerito attore RAI e di cinema, accompagnato dalla chitarra del maestro Luciano Leone

 Il pittore surrealista Guido de Bonis, a conclusione della serata, ha presentato ai convenuti, con rigore professionale, l'originale basso rilievo dello scultore Michele Privileggi

 

                                                 Piero Pollino 

Torino 10 febbraio 1987